Pensieri & Parole

L"ENNESIMO ALLAGAMENTO A MEDE. NECESSARIO PROVVEDERE!

"E' capitato l'ennesimo allagamento, non era bastato quello dello scorso anno per rendere consapevole la maggioranza della necessità di intervenire sulla fognatura che attraversa parte dell'abitato, in particolare il centro. Altri episodi, per ora tre nel 2018, si sono verificati senza nessuna assunzione di responsabilità.

Come gruppo di opposizione abbiamo richiamato la Giunta presentando un'interpellanza il 6 luglio da discutere durante il prossimo Consiglio Comunale, altro non possiamo fare.

I problemi che riguardano l'allagamento delle strade, dei negozi e delle abitazioni è causato da due motivi, uno che potrebbe risolversi nell'immediato e, pur non essendo risolutivo, aiuterebbe e cioè la pulizia dei chiusini, caditoie e tombini. Chiarisco che detta pulizia è in capo al Comune e non a CBL o a Pavia Acque, perché non si tratta di ciclo idrico integrato. Il cittadino non paga alcuna tariffa per questo servizio, quindi non può essere compreso negli interventi degli Enti sopraddetti.

Il secondo problema riguarda una strozzatura dell'impianto fognario di raccolta delle acque meteoriche (pioggia) che sarebbe potuto essere risolto nei primi anni 2000 se non ci fosse stato il cambio dell'amministrazione che passò alla Lega. La Giunta di Donato Maurizio infatti, aveva acceso un mutuo per avviare i lavori di ampliamento della fognatura, oltre al progetto c'erano già anche le autorizzazioni per procedere. La giunta che si insediò dopo le elezioni del 2001 decise che era molto meglio rifare piazza della Repubblica che mettere in sicurezza il centro abitato e cosí non si intervenne più.

Queste le motivazioni che hanno portato i disagi che ora abbiamo.

Lasciamo la parola all'attuale maggioranza affinché dica come intende risolvere il problema che, di anno in anno, si fa sempre più grave."